Anatomia di un paper scientifico sulla didattica universitaria: dall'idea alla pubblicazione

lunedì 18 gennaio
martedì 16 febbraio
venerdì 19 marzo
venerdì 23 aprile
lunedì 31 maggio
ore 14.00 - 16.00
scholarship a distanza
Dario Torre, USUHS Bethesda, Maryland

Coloro che vorranno cimentarsi nell’avventura di pianificare, scrivere, verificare e sottomettere il proprio articolo a una rivista di Higher Education, potranno successivamente iscriversi al corso semestrale che prenderà avvio a gennaio 2021, e che si svolgerà a cadenza mensile sino a maggio 2021, con gli stessi animatori di questo workshop di dicembre.

Contenuti
Parte 1
  • La costruzione di un manoscritto e delle sue principali sezioni( Introduzione, metodi, risultati e discussione)
  • Come sviluppare una domanda di ricerca?
  • Come  scrivere una introduzione credibile e persuasiva
  • Come scrivere e presentare i metodi dello studio(Quantitativo/qualitativo/misto) in modo chiaro e dettagliato
  • Come scrivere i risultati dello studio e strutturare la discussione in maniera chiara, efficace e interessante
Parte 2
  • Il processo di review e editoriale del manoscritto
  • Cosa vanno a vedere i referee?
  • Come rispondere ai referee’ and come apportare revisioni
  • Selezionare la rivista adatta per il tuo lavoro e categoria del manoscritto
  • Categorie di manoscritti : un esempio TLM 

Dario Torre, MD, MPH, PHD. E’ un medico, epidemiologo, con dottorato di ricerca in Educazione degli adulti conseguito alla University of Wisconsin a Milwaukee, Wisconsin. Attualmente è  professor of Medicine and Medical Education, Associate Director for Program Evaluation and Long-Term Career Outcomes, Uniformed Services University of Health Sciences, Bethesda, USA. E’ revisore di numerose riviste di Higher education


Il Debate, come adottare il dibattito regolamentato in università

venerdì 15 gennaio 2021 e venerdì 22 gennaio 2021 ore 17:00-19:00
workshop a distanza
Matteo Giangrande e Mario Pilosu, Società Nazionale Debate Italia

Conoscenze:
  • caratteristiche generali del Debate e suo valore educativo e formativo
  • caratteristiche specifiche del Format British Parliamentary Debate (studenti universitari)
  • modalità di preparazione di un debate BP
  • modalità di valutazione d un debate BP
Competenze:
  • saper analizzare una mozione (Topic)
  • saper costruire un’argomentazione e una confutazione
  • saper strutturare un discorso
Pilosu Mario, Laurea in Filosofia; Diplôme de Docteur de Troisième Cycle, E.H.E.S.S. (1983). 
Formatore dell’Associazione Clio92. Membro del Direttivo.
Docente di Storia, Geografia e Italiano presso l’IIS Italo Calvino di Genova.
Coordinatore Gruppo Storia per le Scuole Secondarie Superiori dell'IRRSAE Liguria 1995/2000.
Partecipazione, Programma Jean Monnet, a redazione e pubblicazione del volume collettivo Un e-book per l’Europa - An e-book for Europe, Aracne Editrice, 2013.
Responsabile Progetto Debate, formatore  e coach dell’IIS Italo Calvino di Genova dal 2017.
Partecipazione a vari Corsi di Formazione su vari aspetti della pratica del Debate.
Giudice in varie gare regionali e nazionali di Debate tra Istituti di scuola secondaria di 2° grado; giudice nelle  Olimpiadi nazionali di Debate online (4-8 maggio 2020) e nel Campionato Italiano Giovanile di Debate .

Matteo Giangrande, PhD student in Human Sciences presso l'Università "G. d'Annunzio" di Chieti, docente di ruolo di Filosofia e Storia nei Licei, esperto della metodologia didattica del Debate. Ha svolto il ruolo di formatore in decine di corsi/incontri/academy di Debate. Svolge il ruolo di coach in Debate club, li sostiene nella loro preparazione, anche di tornei internazionali.  È organizzatore di eventi e tornei di dibattito, come il Campionato Italiano Giovanile di Debate.  È autore di manuali, articoli e saggi sul Debate e la storia della disputa, e di un MOOC sul Debate. È Direttore della Società Nazionale Debate Italia.

Il workshop ha un numero massimo di 25 partecipanti


Le mappe: strumenti compensativi per lo studio e gli esami

Partendo dalle indicazioni fornite dalla normativa vigente (Legge 170/2010, dal D.M. 12/07/2011 e Linee Guida allegate) verranno illustrate le possibili personalizzazioni a cui hanno diritto gli studenti con DSA nel corso del loro percorso universitario.  

Fra le varie misure compensative e dispensative ci si propone, nello specifico, di soffermarsi sulle mappe concettuali fornendo una definizione e descrizione dell’utilità dello strumento nello studio di studenti con DSA. Verrà, inoltre, affrontata la possibilità di utilizzare mappe concettuali in sede d’esame.  

L’incontro, articolato in un’unica giornata, è rivolto a tutto il personale docente dell’Università di Genova.  Il webinar che verrà condiviso è stato realizzato in occasione di un precedente incontro di formazione rivolto a tutor alla pari e docenti referenti per la disabilità sull’uso delle mappe per studenti con DSA. Al suo termine si darà spazio alla discussione e condivisione di esempi di mappe, eventuali dubbi e situazioni problematiche riscontrate nella pratica. 

L’incontro verrà condotto dalla dott.ssa Francesca Cozzani, psicologa che collabora con il servizio con la partecipazione della Prof.ssa Mirella Zanobini Delegato del Rettore per l’inclusione degli studenti con disabilità e DSA. 

Al fine di fruire al meglio della formazione in presenza, è necessario visionare il video presente al link proposto qui di seguito denominato "Creazione e utilizzo delle mappe concettuali". La discussione prevista nell'incontro in presenza del 25 gennaio sarà infatti basata sulla visione del video proposto.

Il workshop ha un numero massimo di 25 partecipanti

L@UCA è un progetto decennale che l’Università della Costa Azzurra (UCA)  sta realizzando a Nizza (Francia)  per trasformare tutte le lauree triennali secondo l’approccio per competenze. L’UCA di Nizza ha vinto dieci milioni di Euro per trasformare in dieci anni l’offerta formativa.

La responsabile del progetto, prof.ssa Isabelle Mirbel, ci descriverà il progetto giunto al suo terzo anno di vita. Il progetto L@UCA mira a contribuire alla nascita di un ecosistema per sostenere il successo degli studenti delle  lauree triennali,  grazie alla realizzazione di azioni di trasformazione intorno a 3 assi integrati: 

1 / Un asse di "Orientamento attivo" volto a migliorare la fase di orientamento degli studenti delle scuole superiori al fine di condurli all'Università in modo più consapevole con una migliore conoscenza dei contenuti, degli obiettivi e delle finalità dei corsi di formazione, e a rafforzare l'orientamento attivo all'interno del 1° ciclo.  

2 / Un asse "Diversità e flessibilità dei corsi"  Grazie all'introduzione di “mattoncini” ( o moduli formativi)  più trasversali, lo studente, sia nella formazione iniziale che nella eventuale ripresa degli studi, potrà personalizzare il suo corso e comporre un percorso formativo molto più in linea con il suo progetto personale.  

3 / Un asse "Trasformazione pedagogica" L'obiettivo è quello di rivedere i contenuti e i metodi  degli insegnamenti in modo che lo studente sia più attivo. L’adozione di un approccio basato sulle competenze,  che porta a valorizzare l'apprendimento, permette allo studente di dotarsi di un vero e proprio portfolio di competenze che potrà utilizzare per i suoi ulteriori studi e per il suo inserimento nel mondo professionale. 

Isabelle Mirbel è Professore associato in Computer Science e Responsabile del Progetto L@UCA Université Côte d'Azur     

Il webinar ha accesso illimitato e si svolgerà in lingua francese con slide in lingua inglese 


The Essentials of Online Team-Based Learning

1 febbraio 2021 ore 14:00-17:00

Webinar online

Rebecca McCarter University Bradford, England, UK

 

Aims of the workshop:       

-To Simplify the process of moving online Team Based Learning

-To Participate in an online TBL workshop

-To Explore technology

Workshop Learning Outcomes

 · Integrate the three components of the course orientation process that assure students’ understanding of the course processes, delivery, objectives and their responsibilities and expectations.

· Determine the time frame for preparation materials, RATs, and Application Exercises in your course.

·Identify where and how to implement iterative peer evaluation in online TBL™

·Identify the essential elements for facilitation in online TBL™

·Optimize the technology tools available to you that will best support your learners in successfully engaging in online TBL™

Rebecca McCarter

Educational Development Consultant

Senior Fellow Higher Education Academy

Chair - Training and Certification for the Team-Based Learning Collaborative

Il limite massimo di partecipanti al webinar è di 40 iscritti e il webinar si terrà in lingua inglese   


La partnership tra studenti e docenti nei processi didattici e valutativi

venerdì 5 febbraio 2021 ore 14:00-18:00workshop a distanzadocente: Valentina Grion, Università di Padova

Il corso mira a supportare una riflessione ampia sul ruolo degli studenti all'interno dell'università.

Si porranno inizialmente domande "di ampio respiro" quali "cos'è la democrazia e cosa significa educare alla democrazia"? (Student Voice come azione socio-culturale) e su questo ci si soffermerà a riflettere in modo condiviso attraverso un breve workshop.  Il discorso si restringerà poi su necessità e opportunità di coinvolgere gli studenti nei processi d'insegnamento/apprendimento, a partire dalla loro progettazione (Student Voice per il miglioramento delle pratiche formative) fin dal loro sviluppo come oggetti e prodotti di ricerca (Student Voice nei processi di ricerca); infine si giungerà a focalizzare l'attenzione sul processo più "critico" in Università: la valutazione. Che ruolo possono (dovrebbero) avere gli studenti nei processi valutativi? Come coinvolgerli, e soprattutto, perchè coinvolgerli? È questo il tema della Valutazione Sostenibile teorizzato da Grion e Serbati (2019) che chiuderà la giornata di attività.

Valentina Grion, Professoressa Associata nel settore M/PED04 presso l’Università degli studi di Padova, Dipartimento FISPPA. Dopo essersi occupata per circa un decennio di tecnologie educative e formazione a distanza, i suoi interessi di ricerca si sono focalizzati sul ruolo degli studenti nei processi formativi, tema che ha approfondito durante un periodo trascorso all'Università di Cambridge (UK) come Visiting Scholar, che le ha consentito di lavorare e pubblicare con i più importanti esponenti del movimento Student Voice a livello internazionale, oltre che far conoscere la prospettiva stessa in Italia. Mantenendo un'attenzione particolare al ruolo degli studenti, ha successivamente focalizzato l'attenzione sui processi valutativi, in particolare sulla valutazione dell'apprendimento nei contesti universitari. In relazione a quest'ultimo tema ha fondato, insieme alla collega Anna Serbati, il gruppo di ricerca internazionale PAFIR (Peer Assessment and Feedback International Research group)  con il quale ha promosso numerose conferenze e pubblicato articoli di ricerca e alcuni libri, fra cui la recente pubblicazione "Feedback e valutazione sostenibile nei contesti universitari" (2019), che raccoglie i risultati di un quadriennio di ricerca empirica svolta nell'ambito di insegnamenti dell'Università di Padova, e di confronto e visite reciproche con ricercatori del contesto internazionale.

Il workshop ha un numero massimo di 30 partecipanti


Servizi per l'inclusione di studenti con disablità e con DSA dell'Ateneo genovese

venerdì 5 marzo 2021 ore 14:00-17:00
workshop a distanza
Mirella Zanobini e Marina Perelli, Università di genova
Il workshop si propone di :
  • descrivere a titolo esemplificativo le caratteristiche di alcuni disturbi o difficoltà presenti nei nostri studenti.
  • fornire una conoscenza approfondita dei servizi attivati dal settore per l’inclusione degli studenti con disabilità e con DSA.
­Si propone inoltre di innescare un dibattito sul come conciliare la tutela del diritto allo studio con le esigenze formative delle discipline e dei corsi.
Il pomeriggio si articolerà in tre parti:
  1. presentazione dei principali servizi e dei dati sugli studenti iscritti
  2. dibattito sui quesiti dei corsisti
  3. approfondimento su situazioni paradigmatiche
Il workshop è dedicato a 25 partecipanti 
Mirella Zanobini è Professore Ordinario presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Genova ed è Delegato del Rettore per l'integrazione universitaria degli studenti disabili e con disturbi specifici dell'apprendimento (DSA).
E' inoltre Responsabile AQ del Dipartimento di Scienze della Formazione e Membro della commissione AQ della Scuola di Scienze Sociali
Marina Perelli è Capo settore del Settore servizi di supporto alla disabilità e agli studenti con DSA presso l'Università degli Studi di Genova

Strategie e strumenti per l’accessibilità e l’inclusione

RINVIATO
workshop a distanza
docente: Anna Capietto, Università di Torino

Il workshop ha l'obiettivo di fornire indicazioni e strumenti operativi di supporto alla didattica al fine di favorire l’accessibilità e l’inclusione.

  • Realizzazione/trascrizione di testi universitari contenenti formule, grafici e tabelle redatti in maniera tale da essere fruibili con le tecnologie assistive
  • Utilizzo di AudioFunctions.web e del pacchetto LaTeX Axessibility
  • Biblioteca accessibile
  • Il progetto “Matematica a voce”. Il sistema che il Laboratorio Polin ha iniziato a sviluppare parte della registrazione dell'audio/video di una lezione (realizzata in questo periodo dal docente presso la sua abitazione) e dagli appunti relativi (anche contenenti formule) e restituisce un documento (anche sottotitolato) accessibile anche da persone con disabilità visive/uditive/motorie (arti superiori) e con DSA. A vantaggio di tutta la popolazione studentesca
  • Piccoli consigli per aumentare da subito l ’accessibilità della didattica a distanza

Anna Capietto è professore ordinario di Analisi Matematica presso il Dipartimento di Matematica “G. Peano” dell’Università di Torino. 
Dal 2018 è responsabile del Laboratorio per la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie assistive per le STEM "S. Polin"
E’ referente per la disabilità nel Dipartimento di Matematica “G. Peano”. E’ membro del GEV (Gruppo Esperti della Valutazione) per il settore Interdisciplinare Impatto -Terza Missione

Il workshop ha un numero massimo di 40 partecipanti


Per una università inclusiva: studi di caso

venerdì 30 aprile 2021 ore 14:00-18:00
workshop a distanza
Catia Giaconi e Noemi Del Bianco, Università di Macerata
 
Alla fine del workshop i partecipanti dovrebbero essere in grado di: 
- ripensare criticamente la didattica universitaria in classi dove sone presenti studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento o con Disturbo dello Spettro Autistico;
- descrivere, a partire da studi di caso paradigmatici, gli aspetti della progettazione, della strutturazione dei materiali didattici e della valutazione necessari per fondare una didattica universitaria inclusiva;
- conoscere i maggiori tools per studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento o con Disturbo dello Spettro Autistico.

Il workshop si avvale di metodologie altamente interattive:  discussione di studi di caso emblematici, lavoro in piccoli gruppi, discussione e confronto in grande gruppo.

Il workshop ha un numero massimo di 21 partecipanti tra docenti referenti per la disabilità, docenti UniGe, personale tecnico-amministrativo del Settore servizi di supporto alla disabilità e agli studenti con DSA


per iscriverti vai su AULAWEB DOCENTI

per ulteriori informazioni idec@unige.it